l curricolo verticale, elaborato sulla base delle “Indicazioni per il curricolo” fornite dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è costituito dai seguenti elementi: obiettivi formativi, competenze trasversali disciplinari, obiettivi di apprendimento.

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli obiettivi formativi sono stati elaborati dal Collegio dei docenti per essere proposti ai singoli consigli di classe e gruppi di docenti della scuola primaria e della scuola dell’infanzia cui sono affidate classi e sezioni al fine di individuare gli obiettivi di carattere generale trasversali a tutte le discipline per ogni specifico gruppo di alunni. Gli obiettivi formativi svolgono la funzione di individuare le competenze trasversali a tutte le discipline e i criteri di valutazione del livello globale di maturazione relativo all’età degli alunni.
Gli obiettivi formativi sono stati individuati per l’ultimo anno della scuola dell’infanzia, il primo anno della scuola primaria, il terzo anno della scuola primaria, il quinto anno della scuola primaria, il terzo anno della scuola secondaria di primo grado
Per la classe terza della scuola secondaria di primo grado sono stati individuati anche i criteri di valutazione per l’esame finale del primo ciclo e i criteri di valutazione delle prove d’esame proposte dalla commissione.
COMPETENZE DISCIPLINARI O PREDISCIPLINARI

I traguardi delle competenze disciplinari o, per la scuola dell’infanzia, i traguardi relativi ai campi di esperienza (predisciplinari) sono stati definiti dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca; indicano le competenze disciplinari che gli alunni dovrebbero avere acquisito al termine del terzo anno della scuola dell’infanzia, del quinto anno della scuola primaria e del terzo anno della scuola secondaria di primo grado. Il Collegio dei docenti ha individuato i criteri di valutazione delle competenze acquisite.
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi di apprendimento sono stati definiti dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca per il terzo e il quinto anno della scuola primaria e per il terzo anno della scuola secondaria di primo grado (anni di riferimento); indicano le abilità e le conoscenze necessarie per raggiungere gli obiettivi formativi stabiliti dal Collegio dei docenti e i traguardi delle competenze individuati dal Ministero. Il Collegio dei docenti ha definito gli obiettivi di apprendimento per gli anni di corso intermedi rispetto agli anni di riferimento per i quali gli obiettivi di apprendimento sono stati definiti dal Ministero. Gli obiettivi di apprendimento elaborati dal Collegio dei docenti sono costituiti dall’indicazione delle abilità, dei nuclei fondanti, degli ambienti di apprendimento, dei criteri di valutazione relativi a ciascuna disciplina e a ciascun anno scolastico. I docenti individueranno anno per anno nelle loro programmazioni disciplinari, per ciascuna classe loro affidata, gli obiettivi di apprendimento e gli argomenti.
NUCLEI FONDANTI (scuola primaria e scuola secondaria primo grado)

I nuclei fondanti sono stati elaborati dal Collegio docenti e indicano i contenuti di carattere generale che dovranno essere affrontati da tutte le classi dell’Istituto al fine di garantire l’acquisizione del nucleo fondamentale ed essenziale di conoscenze, concetti e informazioni di ciascuna disciplina in relazione all’età degli alunni e alle fasi successive del percorso di insegnamento – apprendimento. Sulla base di tali indicazioni, i docenti sceglieranno gli argomenti da affrontare nell’ambito delle loro programmazioni annuali per disciplina.
CRITERI DI VALUTAZIONE (scuola primaria e scuola secondaria primo grado)

I criteri di valutazione individuano la tipologia delle prove che verranno proposte agli alunni per verificare di i loro apprendimenti e le modalità per valutare tali prove per ciascuna disciplina e per ciascun anno di corso. La valutazione periodica e finale terrà conto inoltre del potenziale di apprendimento di ciascun alunno in relazione alla situazione di partenza, dell’impegno, dell’interesse e della partecipazione alle attività didattico proposte